italiano english français deutsch espanol     
Via della Scrofa, 70 - 00186 ROMA Tel +39 06 698619 Fax +39 06 6833941      
Domus Paulus VI

 

INTRODUZIONE

receptionLa Domus Internationalis "Paulus VI", è stata eretta da Sua Santità Giovanni Paolo II in data 6 gennaio 1999, come Fondazione destinata ad offrire ospitalità agli ecclesiastici che appartengono al personale diplomatico della Santa Sede o che prestano servizio presso la Curia Romana nonché ai Cardinali, ai Vescovi ed ai Presbiteri che giungono a Roma per rendere visita al Papa o per partecipare ad atti predisposti dalla Santa Sede.

STORIA DEL PALAZZO

palazzoLa struttura originaria di questo grande complesso edilizio risale ad un fabbricato del Quattrocento, ove fu insediato nel 1573 il Collegio Germanico fondato da S. Ignazio di Loyola e approvato da Giulio III nel 1552; nel 1580 Gregorio XIII lo unì all'altro collegio da lui istituito, l'Ungarico, e così sorse il Collegio Germanico Ungarico, che venne affidato ai Gesuiti. Nel 1634 il fabbricato fu demolito e venne costruito un nuovo edificio su progetto di Paolo Marucelli: prospettava su via S. Agostino ed era collegato con un arco al palazzo dell'Apollinare. Successivi lavori per l'edificazione della vicina chiesa di S. Luigi comportarono la demolizione di una parte del palazzo, con il proseguimento dell'edificio in un nuovo più ampio fabbricato che prospettò su via della Scrofa, mantenendo in piedi l'arco sulla via di S. Agostino. Questa costruzione fu eseguita nel 1776 su progetto di Pietro Camporese il Vecchio e Pasquale Belli, estendendosi sulle vie S. Agostino, della Scrofa, di S. Giovanna d'Arco e la piazza delle Cinque Lune. All'epoca era stata soppressa la Compagnia di Gesù e il collegio fu affidato a sacerdoti secolari fino al 1789, quando fu chiuso e poi trasferito a Ferrara. Il palazzo divenne sede del Vicariato e sotto il pontificato di Leone XII vi risiedette il cardinale vicario di Roma nelle persone di Giuseppe Della Porta Rodiani e Placido Zurla.
Durante il pontificato di Pio IX si ebbe la sopraelevazione di tutto l'isolato ad opera di Antonio Sarti per ospitare il Seminario Pio, e così il complesso assunse un assetto quasi definitivo, fino al 1933, quando la facciata su piazza delle Cinque Lune fu demolita e ricostruita, secondo l'attuale allineamento, per l'apertura del corso del Rinascimento. Nel palazzo hanno sede la Domus Internationalis "Paulus VI" e il Pontificio Istituto di Musica Sacra.

 
   © 2008 Domus Internationalis Paulus VI